Casentino 100% italiano: dal pastore alla passerella la filiera dell’antica lana torna italiana

Casentino 100% italiano: dal pastore alla passerella la filiera dell’antica lana torna italiana

Un progetto di NDB Il marketing consapevole per la startup Moneta srl di Antonio Moneta che assieme allo storico Lanificio di Stia e con la consulenza di Antonio Mauro (Ricerche e Servizi srl) realizzerà la prima filiera interamente italiana della lana casentino, dall’allevamento alla lavorazione della lana fino al design del capo e la distribuzione in Italia e nei mercati più attrattivi per il made in Italy.

pitti-6
Grazie alla mentorship di NDB Il marketing consapevole, Moneta Clothing nasce come un’azienda incentrata sulla trasparenza e la sostenibilità che ha l’obiettivo di ricostruire una filiera 100% italiana dell’antica lana casentino e con questo tessuto reinterpretare i modelli iconici dei capi spalla attraverso un design contemporaneo e un uso spregiudicato del colore.
La nostra filiera 100% italiana che parte dall’allevamento delle pecore merinizzate per arrivare alla tessitura della lana casentino e poi alla confezione dei capi, risponde ad un bisogno di autenticità e sostenibilità che il mercato globale esprime sia sotto il profilo della storia e della cultura che stanno dietro e dentro un prodotto, sia sotto il profilo dell’impatto ambientale, dell’impatto sulle persone che indossano i nostri capi e sull’intera filiera del tessile.

L’obiettivo

Costruire una filiera interamente italiana della lana casentino, lo storico tessuto prodotto in provincia di Arezzo sin dal medioevo e diventato dall’800 a oggi uno dei tessuti più ricercati, raffinati e caratteristici della moda internazionale. Dall’allevamento delle pecore sul suolo nazionale alla lavorazione della lana, alla filatura, tessitura e rattinatura: tutto il processo produttivo tracciato e documentato per la produzione di una lana casentino 100% italiana.
pitti-27
Benefici

Attualmente il più antico produttore di lana casentino, il Lanificio di Stia,come tutti i produttori nel mondo di tessuti in lana, importa dall’Australia o dalla Nuova Zelanda le lane merinos per la filatura e tessitura del panno casentino.
Il beneficio che una filiera Italiana potrà apportare alla lana casentino è di triplice natura:
1. Il recupero di un’antica tradizione che aveva visto nascere la tessitura casentina a valle di un allevamento ovino caratteristico dell’area e di tutto il territorio italiano;
2. La trasparenza della filiera che oggi sempre più viene richiesta dal consumatore, interessato a quanto riguarda l’impronta ambientale e sociale dei vari passaggi, ma anche desideroso di entrare nel merito e nella storia delle lavorazioni per dare un valore economico ma soprattutto immateriale a quello che compra;
3. La sostenibilità della filiera che andrà misurata e comprovata ma che in termini di impronta ambientale e di restituzione al territorio di origine dell’allevamento difficilmente potrà essere meno performante di quanto accade in allevamenti intesivi e che trasportano per tutto il globo le lane semilavorate.

La presentazione in occasione di Pitti Uomo 95

Al Pitti Uomo 95 debutta Moneta Clothing, giovane brand made in Italy che sceglie la kermesse fiorentina per il lancio della sua collezione interamente realizzata in lana casentino. Peacoat by Moneta Clothing è una collezione di giacconi uomo e donna, proposti in 9 affascinanti colori, dal taglio moderno e dai colori contemporanei, pensati e prodotti però con un tessuto antico. La collezione costituisce il primo passo del progetto aziendale di Antonio Moneta che vuole reinterpretare i modelli iconici del capo spalla con materiali di pregio (lana casentino del lanificio di Stia), un design contemporaneo, un uso spregiudicato del colore e del contrasto come nota caratterizzanteIl colore infatti è per Moneta una forma di coraggio e determinazione, quel coraggio con cui si deve affrontare la vita, una consapevolezza che è espressa dal colore del capo, e dai contrasti che diventano un tratto distintivo della collezione.

 

pitti-28   pitti-14

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>