#GreenRetailForum – Come evolve la sostenibilità nella distribuzione organizzata?

#GreenRetailForum – Come evolve la sostenibilità nella distribuzione organizzata?

La sostenibilità dopo 30 anni dal rapporto Bruntland non è più solo economia circolare, inquinare meno, ridurre gli sprechi ma è in primo luogo l’adozione di una visione sistemica nell’analizzare e progettare il nostro modello di vita e di sviluppo. Sostenibilità oggi è far emergere quanto nel sistema economico e di consumo ci sfugge, quanto sta al di sotto della soglia di conoscenza, di attenzione e quindi di visibilità pubblica. Non è una generica indicazione a svelare “quello che c’è dietro” bensì un’attenta considerazione del contesto più ampio in cui si inseriscono i vari comportamenti di consumo e le scelte competitive,

Si tratterà allora di mettere in luce i nessi tra fenomeni distanti, mostrare le relazioni complesse, non lineari ma non per questo invisibili o prive di effetti sulla vita delle persone o su quella del pianeta. E magari, alla luce di un sistema di relazioni di cui si conoscono gli effetti prima non noti, cambiare modo di fare le cose, di progettare il futuro, di relazionarsi con gli altri e con il mercato. 

In questa ottica GreenRetailForum - l’evento organizzato da NDB Il marketing consapevole e PLEF – ha pensato ad una serie di piccoli eventi in preparazione dell’appuntamento di ottobre a Milano, nei quali vorremmo mettere in luce i nessi tra il ruolo e le funzioni della Distribuzione Organizzata e il mondo del cibo, dalle filiere di produzione agroalimentare sino ai consumatori, alla salute e al benessere dei cittadini. 

 

Il tema del primo incontro: “GDO e Filiere sostenibili”

Le filiere agroalimentari sono sottoposte ad un processo di trasformazione indotto dal mercato e dall’innovazione tecnologica. In entrambi i processi la GDO assume un ruolo centrale.
Da un parte infatti l’imporsi della Marca del Distributore avvicina le insegne del retail al comparto produttivo, aprendo l’opportunità di innovare le filiere grazie alla capacità di investimento, alla forza contrattuale e al rapporto privilegiato che il retailer sa costruire con il consumatore.
Dall’altra, la competizione esasperata sui prezzi e sulle promozioni che caratterizza il retail fa spesso ricadere sulle filiere i costi del sottocosto, offrendo convenienza al consumatore ma inibendo gli investimenti e quindi lo sviluppo sostenibile delle filiere.

Come costruire filiere sostenibili in questo quadro?
Quali opportunità la GDO può cogliere a vantaggio suo e di tutto il sistema? Come avviare il processo?

L’evento è in programmazione.
Per aggiornamenti e informazioni scrivere a info@marketingconsapevole.it

logo grf_19

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>